Libertà è sentire ciò che si è.

Si può aver appreso come fare, come essere, cosa sentire…ma sapere della propria libertà è ben altra cosa.
La libertà, sappiamo bene, non è far ciò che si vuole, bensì saper sentire quel che si è. E’ autenticità. È la capacità di entusiasmarsi e stupirsi cogliendo la differenza tra “essere” e “voler essere”.
Il saper “cogliere meravigliandosene” è una capacità infantile che noi grandi consentiamo venga meno con l’ avanzare dell’ eta’ e con l’ illusione che l’ essere adulti non necessiti, ne’ preveda di sentirsi a tratti infinitamente piccoli…inadeguati…senza risposte. Infatti i piccoli sono realmente anime libere, perché in grado di sentire “a pelle” senza sovrastrutture. Crescere, comporta anche
mettere in atto un addestramento inconsapevole che controlli, che giudichi, che preveda tutto e tutti, e questo mina inevitabilmente, autenticità e spontaneità. Attiviamo cosi l’agire prima del “sentire”; formuliamo risposte prima ancora di aver ascoltato le domande…e nel nostro continuo controllo, perdiamo colore noi…e perde luminosità chi e ciò che ci circonda. La nostra vera libertà sta nel cogliere Essenza…e nel non divenirne mai sazi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *