La vita non sempre è come dovrebbe essere. E’ come è…

 

Quando qualcosa ci preme, ci preme veramente, passa prima dal cuore, dalla passione, dall’emozione per diventare poi idea e pensiero. Nella mente però assume miriadi di sfaccettature differenti, si trasforma si evolve, si contraddice o si raffina. Siamo fatti così tutti. Più l’interesse per quell’idea è alto, più coinvolge vari stati della persona.

Tuttavia vi sono momenti in cui obblighiamo noi stessi a cercare nella vita risposte a un qualcosa che di risposte non ne ha, abbozzolandoci in supposizioni ed ipotesi che affrontano la cosa sempre dal medesimo punto di vista, alimentando non di poco la nostra ansia e senso di inadeguatezza.

Ci si trova a formulare sempre gli stessi tipi di domande e raramente ci si sofferma su i tipi di risposte, di fatto le vere chiave di lettura del nostro arrovellarci. Si perché è proprio da queste che ognuno di noi attiva la propria strategia di reazione, di rinascita. E’ uscendo dai propri meccanismi stereotipati che riusciamo a intravvedere altro e Altri. Portar fede ai propri principi ed ai propri valori non significa sigillarsi in questi , poiché tutto evolve e si trasforma ( e non solo in quest’epoca!) e quello che è stato valido, utile, vincente in momenti precedenti, non è detto sia calzante o opportuno adesso.

Quindi essere vivi e veri anche al giorno d’oggi, significa trovare quotidianamente nuovi motivi e risorse là dove si è portati a vedere solo vincoli. Sforzarsi di trovare l’opportunità nel momento di crisi o di dubbio o di tristezza significa non sminuire il problema in sé, ma porlo quasi “da un lato” e proseguire la nostra strada trovando altre vie ed altri motivi per rinnovare l propria forza energia e coraggio.

      “La vita non è come dovrebbe essere. La vita è come è. E’ il modo in cui l’affronti che fa la differenza”   Virginia Satir